contatore accessi
lavorazione polistirolo espanso

Pannello per tetto ventilato

  • Istruzioni di posa in opera del pannello isolante per tetto ventilato



    001

    001

    • Posare il listello di partenza
    002

    002

    • Posare il pannello ventilato Thermal Air Wood
    003

    003

    • Posare la rete parapasseri e il colmo ventilato
    004

    004

    • Posare la grondaia
    006

    006

    • Posa del Manto di impermeabilizzazione
    007

    007

    • Posare il manto di copertura
    0088

    0088

    • Copertura finita con sistema tegole
    009

    009

    • Copertura finita con sistema guaina ardesiata
  • Voce di Capitolato

    L’isolamento termico della copertura sarà eseguita con la posa di pannelli ventilati Thermal Air Wood ___ (Vedi schede tecniche) avente conducibilità termica λD= W/mk___ (Vedi schede tecniche) (UNI EN 12667), classe di rezione al fuoco EUROCLASSE E (EN 13501-1), resistenza termica dichiarata Rd=mq/Kw____ (Vedi schede tecniche) (UNI EN 12667), dimensioni (Vedi schede tecniche) assorbimento d’acqua per lungo periodo per immersione totale inferiore al 3% in volume (EN 12087).
  • Sistemi per tetti ventilati

    Sistemi per tetti ventilati

    Pannello per tetto ventilato in polistirolo espanso accoppiato ad una lastra in legno tipo OSB3 per il supporto del manto di copertura, il pannello è utilizzato per l’isolamento termico dei tetti in legno e calcestruzzo.

     Velocità di posa in opera del tetto ventilato

    Velocità di posa in opera del tetto ventilato

    Il pannello per tetto ventilato in una sola operazione permette di posare in opera l’isolante e la camera di ventilazione, risparmiando ore di lavoro e riducendo al minimo la possibilità di errori, garantendo in questo modo la perfetta realizzazione del tetto ventilato a regola d’arte.

     Funzionamento del tetto ventilato

    Funzionamento del tetto ventilato

    Nel periodo estivo la ventilazione naturale che va dalla sezione di ingresso della gronda in direzione del colmo, smaltisce il flusso di calore trasmesso dal manto di copertura, preservando dal surriscaldamento gli ambienti sottostanti.

    Nel periodo invernale la circolazione d’aria è meno intensa, ma sufficiente a mantenere asciutto il sistema di copertura, evitando i fenomeni di condensa.